Traduzion: diferencis tra lis versions

4 byte aggiunti ,  11 agns indaûr
p
p (Robot: o zonti: ca:Traducció lingüística)
== Teorie de traduzion ==
 
La teorie de traduzion e je part da lisdes dissiplinis che ea vuelin studiâ ce che al sta ator de ativitât dal voltâ. La teorie de traduzion e cjape in prestit di altris cjamps di studi: la [[leterature]], la [[storie]], la [[filosofie]], la [[linguistiche]], la [[filologjie]], la [[semeiotiche]], la [[informatiche]] e vie indenant.
Si à di notâ che si cjacare ancje di tradutologjie, ma plui di lôr a pensin che al sedi un fal parcè che e je une peraule che e va daûr simiotantle a chê francese.
Il concet plui gnûfinzornât de teorie de traduzion al è chel di cjapâ la lenghe tant che une vision dal mont de int che la fevele. Cussì par capì un discors nol è l'ogjet specific ma ben la maniere cemût il pinsîr si pant in chê lenghe.
 
TradusiIl voltâ al vûl dî trasferî un test componût intune cierte lenghe (L1), intun gnûf test che al dopre une lenghe divierse (L2); tra i doi tescj al varà di jessi un rapuart di ecuivalence sostanziâl, duncje il test te L2 al varès di riprodusi no dome chês stessis informazions che a son tal test te L1 ma, soredut, se al è un test leterari, ancje lis sôs carateristichis stilistichis.
 
In ogni câs si scuen doprâ il condizionâl “al varès”, par vie che al è clâr a ducj che nissune traduzion noe podarà mai riprodusi in maniere integrâl un origjinâl.
 
Ogni lenghe, di fat, e je un sisteme “sierât”, inlidrisât a fuart te storie e te culture di un popul, e ogni popul al fâs l'inventari dal mont intune maniere divierse; […] Duncje ogni volte che o leì nun test in traduzion, o vin di jessi cussients che nol dîs “chê stesse robe” dal origjinâl, ma ben “scuasit chê stesse robe”. (N.FLOCCHINI-P.GUIDOTTIBACCI, Dalla sintassi al testo, Bompiani, 2005, p.240).
(N.FLOCCHINI-P.GUIDOTTIBACCI, Dalla sintassi al testo, Bompiani, 2005, p.240).
 
== Problemis de traduzion ==
287

contributi